Sei in: 

Polpette di melanzane (purpetti ti maranciani)

01/07/2006
Cucina dei ricchi contrapposta a cucina dei poveri: su questo binomio si è sviluppata la storia della nostra convivialità che solo da qualche decennio ha visto annullare il divario che separava i due complessi alimentari, nel passato ben distinti per quantità e qualità. Che polpette e polpettone facessero un tempo parte della prima o della seconda ci sembra questione del tutto oziosa in quanto la nostra storia non può venire compartita in settori dove nel primo si collocano coloro che potevano permettersi pasti abbondanti mentre nel secondo vengono relegati quelli che stentavano a racimolare il minimo di cui sfamarsi. Al più è lecito affermare che i due piatti possono venire ascritti all'una o all'altra in funzione degli ingredienti utilizzati, carne ricavata dalle più pregiate parti del vitello, costose spezie e odori piuttosto che avanzi della mensa della veglia, impastati alla bell'e meglio, come accade ancora qualche volta nelle cucine delle nostre case.
Certo è invece che le polpette, di cui le prime tracce rimontano al Quattrocento, hanno conosciuto nei secoli un successo indiscusso anche se, in un così ampio arco di tempo, hanno mutato più volte composizione, cottura, presentazione. Assente nei nostri ricettari trecenteschi, il temine polpetta nasce un secolo più tardi, con la cucina di Maestro Martino. Oggi è un piatto tipico di numerose popolazioni nel mondo: ne proponiamo la versione più famosa nel Salento.




INGREDIENTI:
Melanzane                            1 kg
Patate                                  600 g
Uova                                     3
Formaggio grattugiato            150 g
Pane grattugiato                    100 g
Sale                                      q.b.
Pepe                                     q.b.
Mentuccia Fresca                  q.b.
Aglio                                     q.b.
Olio per frittura                       2 lt


PREPARAZIONE
Lessare le melanzane e le patate in abbondante acqua, una volta cotte pulire le patate e a passarle al passatutto. Strizzare le melanzane con le mani per favorire la fuoriuscita dell’acqua, quindi tagliarle a piccoli filetti (alla julienne) ed aggiungerle nelle patate assieme alle uova, il formaggio, pane grattugiato, mentuccia, aglio, sale, pepe. Impastare il tutto; se l’impasto dovesse risultare morbido aggiungere un po’ di pane grattugiato. Formare delle palline; versare l’olio in una padella e fategli raggiungere la temperatura di frittura. Rosolare per tre minuti circa le polpette, poi scolatele con il mestolo forato fino ad esaurimento dell’impasto. Servire le polpette ben calde.


ABBINAMENTO CONSIGLIATO:
LIRICA -
Primitivo di Manduria DOC